Colorare le pareti della casa con un occhio al design

Da sempre, quando si parla di casa e arredamento la scelta del colore delle pareti è uno degli argomenti su cui si discute maggiormente.

Si può parlare di colori da un punto di vista psicologico (avete mai sentito nominare la cromoterapia?) oppure analizzando il semplice aspetto estetico.

L’unica certezza di queste scelte però, che possono essere varie, bizzarre, monotone o rivoluzionarie, è che qualsiasi tonalità, colore o sfumatura si decide di realizzare, questa dovrebbe sempre abbinarsi agli interni, almeno un minimo.

Un’altra certezza in questo settore è che qualsiasi sia la vostra decisione in fatto di colori e mobilio, le pareti non dovrebbero mai essere dipinte di nero, anche se abbinate ai mobili.

Detto questo, i consigli e i pareri sul resto dei colori utilizzabili per dipingere le pareti sono vari, e seguendo anche l’occhio di chi riesce perfettamente a conciliare interno e pittura, non potrete di certo sbagliare.

 

Quali sono le migliori tonalità di colore?

 

mobili da giardino on line offerteIn realtà non c’è una vera e propria tonalità perfetta o da tenere in particolare considerazione dato che tutti i colori hanno il loro fascino e bellezza se non vanno a stonare o rovinare il complesso del mobilio o della pavimentazione.

Bisogna dunque sempre ragionare nell’insieme e optare per qualcosa che si abbina all’ambiente interno ma anche nella zona giardino…e ovviamente al nostro gusto.

Chiaramente nella prima scelta bisogna far una distinzione e dunque capire se si vuole andare verso dei colori accesi o forse più delle tonalità neutre.

Tra i colori accesi troviamo l’arancio, il rosso carminio, il giallo intenso così come il blu scuro e il verde, mentre tra le tonalità neutre troviamo un classicissimo bianco panna, il beige, la scala dei marroni e il grigio chiaro.

 

I colori forti e accesi son perfetti per un ambiente moderno, giovanile, divertente e vitale ma risultano particolarmente difficili da abbinare con l’arredamento mentre invece i neutri son praticamente adatti a qualsiasi tipo di ambiente e mobilio, abbinandosi perfettamente anche a infissi e tipo di pavimentazione.

Insomma, con i primi si rischia, con un risultato potenzialmente nuovo e interessante, con i secondi invece si va solitamente più sul sicuro.

 

Come si abbinanoi singoli colori agli ambienti?

 

Ogni colore ha un significato e solitamente viene utilizzato per certi ambienti e località, tenendo sempre chiaramente conto del mobilio.

Il blue ad esempio risulta un colore freddo e si usa particolarmente in località balneari, viene particolarmente utilizzato nelle case al mare, in Grecia e nei paesi del mediterraneo.

Il rosso ed il giallo son colori caldi e rendono le pareti e l’ambiente molto più stimolante, l’arancio viene indicato secondo molti studi come un colore che stimola la concentrazione e l’interesse quindi consigliato negli ambienti di lavoro.

Il verde ed il viola son dei colori secondari particolarmente difficili ad abbinare con il mobilio di una casa per cui solitamente si utilizzano quando l’abitazione non è ancora stata arredata e si può dunque procedere di pari passo.

I neutri invece come detto prima son particolarmente facili da abbinare e indicati in ambienti classici così come in quelli più moderni e sofisticati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *