Come arredare un monolocale di 20 mq: i consigli

Città sempre più affollate, che si sviluppano verso l’alto, prevedono anche appartamenti sempre più piccoli, soprattutto in centro, dove in molti desiderano abitare e i prezzi solitamente sono alle stesse.

Affidarsi ad aziende specializzate come COMAR leader nella fornitura di mobili , che sapranno esattamente come sfruttare uno spazio così piccolo.

Non solo trilocali e bilocali, dunque: la tendenza degli ultimi anni, soprattutto per i lavori single o gli studenti che preferiscono non condividere l’abitazione con dei loro colleghi, è quella di acquistare o affittare un monolocale.

Come si evince dallo stesso nome, il monolocale solitamente ha dimensioni molto ridotte, che solitamente vanno dai 20 ai 40 metri quadri.

monolocale arredo
Ciò ovviamente pone tutta una serie di problemi logistici relativi alla gestione dello spazio: come arredare al meglio un monolocale di 20 mq sfruttando al massimo ogni metro quadro, e riuscendo a inserire all’interno del locale più comfort possibili?

Ecco alcuni consigli utili per chi vuol trasformare una singola stanza in un microcosmo accogliente e confortevole.

Suddivisione degli spazi a seconda delle proprie esigenze

Come prima cosa è utile suddividere in maniera netta la zona giorno dalla zona notte, dunque la metà di stanza dedicata alla cucina e al tavolo da pranzo, e quella invece dedicata al relax e al riposo notturno.

Non è detto che lo spazio debba essere suddiviso un parti uguali: a seconda delle proprie esigenze, si può decidere magari di arredare l’intero monolocale come fosse una zona giorno, dedicando solo un angolo al letto (meglio se un divano letto) e a un mobile/armadio sviluppato in altezza, così da essere più capiente ma al tempo stesso occupare meno spazio.

Viceversa, se magari si trascorre pochissimo tempo in casa e si ha necessita di lavorare anche di sera, la cucina può essere ridotta all’essenziale, consentendo così di guadagnare spazio per una scrivania e una libreria.

I mobili devono essere pratici, funzionali e versatili

La scelta dei mobili è fondamentale per guadagnare spazio: scegliendo mobili essenziali e lineari, e limitando al massimo soprammobili inutili e tappeti (che danno un’idea di chiusura, proprio come la maggior parte delle tende), si ha subito l’impressione di trovarsi dinanzi uno spazio più ampio.

Per lo stesso motivo, è preferibile acquistare un letto che sia anche divano, così da poterlo chiudere e guadagnare spazio quando ci sono ospiti in casa, e un tavolo a ribalta, da aprire solo quando necessario e da tenere chiuso, allineato al muro, quando invece non serve.

Per quanto riguarda invece le sedie, è preferibile sceglierle richiudibili; un’ottima alternativa sono gli sgabelli e i tavolini con contenitori incorporati, che fungono da mini-ripostigli.

Il soppalco e lo sviluppo verticale

L’ideale, nel caso il soffitto sia sufficientemente alto, sarebbe soppalcare una parte del monolocale, così da ricavare ulteriore spazio per il letto o per un armadio in più. Se ciò non è possibile, è comunque consigliabile optare per mobili alti, anche fino al soffitto, così da sfruttare al massimo lo spazio verticale e potersi magari permettere un armadio grande e capiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *