Come si forma il prezzo delle faccette dentali?

 

Cosa sono le faccette dentali?

 

Le faccette dentali sono un trattamento estetico dentistico che permettono alla dentatura di essere immediatamente perfetta e sbiancata, grazie all’applicazione di una specie di protesi dello smalto.

In pratica le faccette dentali sono una sorta di lamine in ceramica o in resina che vengono applicate sulla superficie esterna del dente.

Prima di poter procedere alla posa del materiale, però, il dentista limerà lo smalto del dente per una percentuale compresa tra il 3 e il 30%, dopodiché procederà ad incollare la lamina in ceramica o in resina.

 

Perché si usano le faccette dentali?

 

Ci sono molte motivazioni che portano il paziente a voler eseguire quest’intervento prettamente estetico.

Un delle motivazioni riguarda la formazione del dente, ovvero un dente scheggiato o eccessivo spazio tra due denti. Questo tipo di problema può essere facilmente risolvibile facendo ricorso a tale intervento.

Altre motivazioni sono sempre da ricercarsi nella sfera estetica, e quindi le faccette dentali possono essere usate per denti scoloriti dal fumo o danneggiati da vomito autoindotto. Ma anche per allungare i denti consumati dall’età o ancora migliorare la masticazione resa difficile da un dente storto.

 

Chi può ricorrere alle faccette dentali?

 

In linea di massima tutti, l’intervento è semplice e indolore e non ha gravi conseguenze. Le faccette dentali hanno uno spessore minimo e questo ne permette l’applicazione anche su soggetti più giovani i cui denti devono ancora crescere.

 

Pro e contro delle faccette dentali

 

Le faccette dentali, sebbene non abbiano controindicazioni particolari, hanno però dei pro e dei contro che devono essere valutati nel caso si voglia ricorrere a tale intervento.

  • Pro:

Tra i vantaggi ci sono sicuramente la velocità nell’ottenere un risultato. Dopo il trattamento, infatti, i denti risulteranno immediatamente perfetti e sbiancati.

Altro vantaggio, inoltre, può essere il fatto che l’intervento è assolutamente indolore e l’assoluta invisibilità della faccetta una volta applicata.

  • Contro:

Gli svantaggi a questa tipologia di intervento sono almeno due: una durata limite della faccetta che si calcola si aggiri intorno ai dieci anni e il costo abbastanza elevato dell’intervento.

 

Tipi di faccette e tipi di prezzo

 

Il prezzo delle faccette dentali può variare da poche centinaia di euro fino a qualche migliaia ed essenzialmente è influenzato dal materiale con cui le faccette sono realizzate. Le faccette dentali possono essere di due tipologie: in ceramica (più costose) o in resina (più economiche).

  • Le faccette realizzate in ceramica, anche se molto costose, permettono una riuscita più stabile e duratura visto che non sono soggetti a scolorimento o ingiallimento, spaccatura e sfaldatura.

 

  • Le faccette in resina, invece, a fronte di una spesa più economica, risultano più soggette a perdita di colore e a spaccarsi durante la loro vita. Queste faccette sono fatte dello stesso materiale che si utilizza per le otturazioni, e sono più rapide nella posa.

Le faccette in ceramica vengono utilizzate quando l’intervento non deve essere immediato, solitamente serve più di qualche seduta, mentre quelle in resina sono utilizzate quando si richiede un intervento più rapido ed economico, una sorta di emergenza che permette al paziente di ottenere un risultato più immediato e meno costoso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *