Data Science e Big Data: il settore del futuro

Quella del data scientist è stata definita come la professione più interessante del XXI secolo. Per questa particolare categoria di lavoratori si prospetta, infatti, un posto di lavoro fisso e, soprattutto, sicurezza economica.

Ma cos’è che fa esattamente un data scientist? Il data scientist è colui che analizza i dati per fornire al manager le informazioni necessarie per assumere particolari decisioni e disegnare strategie di mercato. Chi svolge questa particolare professione, quindi, agisce nel campo economico lavorando sia nelle grandi che nelle piccole e medie aziende.

 

Quale formazione è necessaria per lavorare nel campo del data science?

Purtroppo per divenire un data scientist non basta avere una laurea in statistica, in economia o informatica ma occorre conseguire un master in Data Science o Big Data, che viene offerto soltanto da alcuni atenei italiani.

La Bologna Business School (BBS) offre in questo campo uno dei migliori master del Paese.

 

Il Big Data management di BBS

Il master in Data science offerto dalla Bologna Business School è tenuto interamente in lingua italiana ed è offerto nella formula full-time con durata di 12 mesi.

Questo master è rivolto a tutti i neolaureati che voglio entrare all’interno di un’azienda e ricoprire un ruolo centrale per il business. Il business dei dati, infatti, sta diventando un settore chiave per l’economia che attualmente è in piena espansione.

Ma con i Big Data non si impara solo ad analizzare i dati bensì ad acquisirli, gestirne la presentazione e la condivisione.

Questo corso di specializzazione offre, inoltre, 3 tipi di skills differenti: preparazione informatica solida, comprensione degli aspetti tecnologici e e conoscenza delle dinamiche aziendali.

Master in big data

Struttura del master in data science

 

Le 1500 ore di durata del corso sono suddivise in 3 cicli:

Primo ciclo: da ottobre a dicembre
Secondo ciclo: da gennaio a marzo
Terzo ciclo: da aprile ad agosto

La frequenza è di circa 30 ore settimanali strutturate in modo tale da lasciare anche spazio a lavori di gruppo così che gli specializzandi abbiano la possibilità di confrontarsi e di scambiare idea con gli altri aspiranti data scientist.

 

Sbocchi professionali conseguendo il Big Data

 

Inutile dire che con una tale formazione professionale trovare lavoro negli USA o nel Regno Unito non è certo un’impresa visto che le basi per lo svolgimento della professione del data scientist erano già state poste agli inizi degli anni 2000.

In Italia purtroppo questa figura non è altrettanto richiesta poiché la maggior parte delle imprese non è organizzata per accogliere tale figura professionale, tuttavia, quelle più lungimiranti sono già disposte ad assumere questi nuovi “specialisti dei dati”.

Le altre sicuramente nel giro di pochi anni dovranno adattarsi se vorranno rimanere sempre pronte a seguire i costanti mutamenti del mercato finanziario.

Dunque, chi vuole realizzarsi e raggiungere un alto livello professionale in campo economico non può lasciarsi sfuggire questa meravigliosa opportunità offerta da BBS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *