I segreti per diventare un bravo copywriter

Chi è il copywriter e che cosa fa?

Il copywriter è colui che, soprattutto in ambito pubblicitario, si occupa di scrivere testi. In un’agenzia pubblicitaria lavora sempre fianco a fianco con l’art director, che si occupa della parte visiva. Copywriter e art director, infatti, formano la cosiddetta “coppia creativa”, coordinata dal direttore creativo, spesso un copywriter o un art director più esperto.

Ma come si diventa copywriter?

Non esiste un percorso univoco per sapere come si diventa copywriter. Non è necessario avere frequentato questo o quel liceo, questa o quella facoltà, e neppure avere seguito un corso di formazione specifico (per quanto un buon corso, specie se seguito da un tirocinio, possa risultare utile).

Questo non significa che non sia necessario studiare. Anzi, lo studio e la pratica sono attività fondamentali per intraprendere con successo questa professione così stimolante. Ma si tratta di una strategia di apprendimento che poco ha a che fare con le molteplici strade istituzionali, una strategia in cui le uniche parole d’ordine sono: leggere, studiare, scrivere, osservare e – non storcete il naso – imitare, che non significa copiare ma nutrirsi delle competenze altrui per migliorare, mantenendo ben salda la propria individualità.

Si tratta quindi di essere curiosi, famelici, di leggere tutto, di esercitarsi nella scrittura, di osservare la società e di carpire i segreti, le tecniche e le strategie comunicative di chi è più bravo e più esperto di noi in questo campo.

La passione e la curiosità sono le colonne portanti di questo percorso, nella misura in cui è fondamentale interessarsi a tutto, leggere di tutto. Romanzi, racconti, manuali, saggi, biografie, lettere, diari, giornali, riviste, didascalie, bugiardini, istruzioni di montaggio e di utilizzo, annunci funebri. Non scherzo. E naturalmente testi pubblicitari e manuali di scrittura.

In secondo luogo, bisogna scrivere, o meglio “scrivere, scrivere, scrivere e scrivere, e ancora scrivere”, senza stancarsi mai: racconti, lettere, poesie, articoli, annunci, ecc.

Un altro ingrediente fondamentale è lo studio. Un copywriter lavora con le parole, ma anche con le idee: per padroneggiare il processo creativo deve possedere una cultura vastissima, che gli consenta di spaziare da un campo all’altro del sapere con naturalezza.

Proprio per questo il percorso di apprendimento di un copywriter non finisce mai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *