Tuttto benessere | Gli ansiolitici naturali: la valeriana

Assumere ansiolitici. Un’abitudine diffusa

Oggi si fa spesso un abuso di farmaci che sono a base di benzodiazepine per curare l’ansia, i cosiddetti ansiolitici. Questa abitudine purtroppo si sta diffondendo sempre più nella nostra società in cui la vita è stressante e sta provocando dipendenze che possono essere anche molto pericolose.

L’ansia invece può essere curata assumendo sostanze presenti nella natura e la fitoterapia oggi usa farmaci assolutamente naturali come la valeriana. Come la valeriana può sostituire gli ansiolitici naturalmente.

L’ansia

I disturbi dell’ansia possono manifestarsi con dei sintomi fisici reali. Un’ansia a carattere lieve, come la paura di un esame o di un test, non è molto preoccupante ed è una situazione che si può definire normale. L’ansia invece inizia a diventare un vero problema se i suoi sintomi interferiscono con lo svolgimento delle normali attività quotidiane, come ad esempio l’addormentarsi la sera oppure l’uscire di casa la mattina.

Gli ansiolitici

La cura dell’ansia oggi avviene spesso attraverso l’assunzione, dietro prescrizione medica, di psicofarmaci come le benzodiazepine. In qualche caso si ricorre anche alla psicoterapia o alla terapia comportamentale. La terapia farmacologica prevede l’assunzione dei farmaci ansiolitici che sono in genere composti dalle benzodiazepine: esse sono abbastanza efficaci nel breve periodo ma hanno in genere una serie ampia di possibili effetti collaterali. Infatti gli psicofarmaci riescono ad alleviare i vari disturbi come quello d’ansia, ma, se impiegati per un periodo piuttosto prolungato, possono anche danneggiare seriamente la salute sia fisica che mentale dell’individuo che li assume. I farmaci benzodiazepinici inoltre provocano una notevole dipendenza che ci induce ad assumerne sempre di più il farmaco e dalla quale ci si libera piuttosto difficilmente.

La valeriana

ansiolitici naturali Invece è bene essere conoscenza del fatto che la natura ci offre un rimedio che risulta molto efficace e assolutamente naturale sia per combattere i vari disturbi d’ansia che per disintossicarci dagli psicofarmaci e che non dà nessun effetto collaterale. Infatti la valeriana, una pianta erbacea che tutti conosciamo e che ha una storia antica, contiene dei fito-componenti che offrono un effetto sia sedativo che tranquillizzante e che non provocano nessun fastidio come ad esempio la debolezza o l’intontimento.

Per alleviare l’ansia dunque è consigliabile considerare l’impiego di quegli integratori che sono a base di valeriana: si tratta di una scelta sicuramente qualitativamente migliore rispetto all’assunzione degli psicofarmaci con benzodiazepine.

La valeriana è un’erba dagli effetti sedativi molto efficaci: l’azione dei suoi componenti contribuisce in modo efficace a mantenere sotto controllo l’ansia. Inoltre è stato scientificamente provato che la valeriana, usata con moderazione, non comporta effetti collaterali.

L’uso della valeriana

Il dosaggio giornaliero della valeriana comune è di circa 300 mg, da assumere preferibilmente prima di andare a dormire. Inoltre anche le persone anziane, i bambini di età dai 3 anni in su o le donne durante la gravidanza, possono assumere la valeriana, sempre però previa una consultazione e una opportuna prescrizione medica.

La valeriana inoltre non altera assolutamente la concentrazione e non compromette le varie attività quotidiane come per esempio guidare.

Conclusione

Per la cura degli stati d’ansia, quindi, le sostanze naturali come la valeriana, sempre se assunte con moderazione, sono una sana e valida alternativa all’assunzione degli psicofarmaci che invece risultano nocivi alla nostra salute sia fisica che mentale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *