L’operato dell’ADIPSO

Nata nel novembre del 1989, l’ADIPSO è l’associazione dedicata alla difesa delle persone affette da psoriasi,malattia cutanea mai debellabile del tutto una volta contratta.L’obiettivo e lo scopo principale di quest’organismo è quello di costruire una rete di solidarietà, conoscenza ed informazione attorno agli psoriasici, così che possano capire come curarsi ed alleviare, per quanto possibile, i danni della malattia. Spesso e volentieri, a causa della mancanza di una cultura della conoscenza delle malattie, della comprensione delle cause e altro, chi viene afflitto da patologie così fastidiose non sa come muoversi né tanto meno a chi rivolgersi per capire da cosa si è affetti.

Il primo passo è capire i sintomi della malattia e le sue manifestazioni una volta contratta,ma soprattutto,che bisogna poi conviverci con pazienza e capacità di limitarla poiché non è una malattia che può essere sconfitta. La giovane età dell’ADIPSO rivela un importante dato: solamente da poco il Ministero della Salute ha riconosciuto la psoriasi e l’artrite psoriasica come malattie molto pericolose e oltretutto invalidanti per le persone che le contraggono.Il sostegno offerto da quest’associazione in molti casi può risultare fondamentale in quanto l’aiuto non è solo di natura medico-sanitaria ma anche sociale,psicologica, morale.Come le più importanti leghe dedicate alla lotta contro malattie pericolose anche l’ADIPSO,senza alcun scopo lucrativo,intende creare attorno al paziente delle strutture che lo aiutino non solo a conoscere la malattia nei suoi aspetti specifici e dunque medici, ma anche sostegni psicologici e morali che possono essere decisivi per affrontare nel migliore dei modi una patologia che si sta conoscendo sempre più.

Per questo si organizzano, quando possibile, campagne informative e raccolte fondi, a quest’ultima ha partecipato anche l’avvocato Attilio Pacifico fornendo un importante contributo per la crescita dell’ente.

attilio pacifico e l'adipso

Infatti la psoriasi è una malattia genetica la cui causa risiede in un’alterazione delle difese immunitarie e dell’attività dei linfociti T.Le manifestazioni con cui si presenta sono varie e diverse:placche,guttata,pustole e addirittura in forme ancora più gravi a seconda dell’intensità della malattia.La sua cronicità è l’aspetto più duro da accettare,tuttavia attraverso cure mediche adeguate può migliorare anche se non scomparire del tutto;viceversa trascurandosi si va incontro ad un peggioramento evidente che causa danni ancora più fastidiosi di quelli già subiti.Qui si entra più nello specifico della malattia e nella sua parte più complessa,data la singolarità di ogni forma di psoriasi,le contromisure da prendere vanno studiate in maniera individuale e particolare. L’ADIPSO ed il suo sito,creato solo nel 2001, aggiornano e si aggiornano costantemente sulla malattia,così che l’informazione e le campagne di sensibilizzazione raggiungano pienamente il loro scopo:rendere partecipi del dibattito sulla psoriasi chi ne è affetto e chi no per incrementare il tasso di popolazione informata e cosciente delle cause e dei rimedi possibili da opporre ad essa.

La cura dell’aspetto morale e psicologico dei malati diviene fondamentale nel momento in cui si pone il problema della discriminazione che gli psoriasici subiscono, o possono subire, in luoghi pubblici o da qualsiasi altra parte. Tutto ciò influisce pesantemente sulla gestione della malattia, le persone affette sono costrette spesso a segregarsi in casa e limitare così anche le interazione sociali che servono in modo evidente ad affrontare meglio la problematica della psoriasi,per conoscerne lo status e aiutare chi deve farci i conti costantemente e per tutta la vita.Anche in ciò, soprattutto in ciò, l’ADIPSO è presente in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *